A casa in Europa – partendo da Berlino

Arturo Bjørklund Winters

Sono nato in Italia da padre tedesco e madre svedese, cresciuta in Francia. Le visite ai parenti mi hanno da sempre portato nei diversi angoli d’Europa: mio zio ora vive con la sua moglie spagnola in Inghilterra, le mie zie danesi abitano a Copenaghen, mentre mio nonno risiedeva a Parigi.

La mia maturità tedesca ed italiana l’ho ottenuta nel 2015 presso la scuola Germanica di Milano. Nel corso del liceo ho anche seguito per due mesi le lezioni della scuola tedesca a Copenaghen, ospitato da mia zia.

Dopo la maturità decisi di trasferirmi a Berlino per lo studio. Oggi come allora percepisco questa città come una delle capitali europee, avanguardia sia culturale che politica del nostro continente. Presso il politecnico (Technische Universität) ho ottenuto quest’autunno il mio Bachelor of science in ingegneria fisica e quindi adesso proseguo lo studio della materia nel Master. Nel corso di questi tre anni di università ho avuto la possibilità non solo di acquisire le nozioni tecniche ed assimilare una metodologia di lavoro strutturata, ma anche di insegnare quale studente-tutore Analisi I. Il mio indirizzo di studio è la numerica e la termodinamica, ovvero le tecnologie della generazione di energia . All’interno dello studio ho svolto il praticantato presso un´azienda di consulenza del ramo.Lavoro che adesso continuo a praticare part-time.

Non appena mi riesce di trovare qualche giorno disponibile invece, parto alla volta di Mozzio: un piccolo paese dell’Ossola che nei fine settimana e nelle festività mi ha accompagnato per tutta la vita e da cui proviene una mia nonna. Qui riesco a rilassarmi e andando in passeggiata tra gli aspri picchi caratteristici della zona e godendo di ampi panorami ritrovo me stesso. Qui ho imparato ad apprezzare e riconoscere il valore della bellezza dei nostri territori e quindi l’importanza della loro tutela.

Sin dal liceo la mia passione per la politica mi ha condotto alla famiglia socialdemocratica militando inizialmente all’interno del PD del nostro comune, rappresentandolo all’interno della commissione per l´istruzione e le politiche giovanili. Ora sono portavoce della rappresentanza studentesca dei giovani socialdemocratici (JuSo), vicesegretario nella sezione 70 della SPD di Charlottenburg-Wilmersdorf, membro del direttivo del PD Berlino/Brandeburgo e candidato sostitutivo di Gabriele Bischoff per la SPD di Berlin per le elezioni del parlamento europeo 2019.

Fin da quando ho memoria mi è stato chiesto da dove venissi ed a quale nazionalità appartenessi. La risposta per tanto tempo non riuscivo a darla; dovevo sempre raccontare la mia genealogia e descrivere la mia vita. Segretamente invidiavo coloro in grado di rispondere velocemente e con sicurezza citando la propria nazionalità. Coloro che sapevano dove erano a casa. Ma poi un giorno capii che la mia affermazione poteva essere breve e concisa: “sono europeo”. La necessità di proteggere la nostra casa europea contro il rifiorire di ideologie di destra e nazionaliste mi ha portato ad impegnarmi per questo ideale.